Tartufi

Il tartufo è un genere di funghi dell’ordine Pezizales della famiglia delle Tuberacee.
Habitat
I tartufi sono relativamente rari in quanto la loro crescita dipende da fattori stagionali, oltre che ambientali. In certe annate di particolare scarsità arrivano a costare cifre molto elevate. L’Italia è uno dei maggiori produttori mondiali ed esportatori di tartufi. Nell’intera Penisola è possibile raccogliere tutte le specie di tartufo impiegate in gastronomia. Le più importanti zone di produzione del tartufo bianco sono, per via della loro conformazione geografica, il Piemonte, l’Emilia-Romagna, la Toscana, le Marche e l’Umbria. Anche il piccolo Molise è considerato una delle prime regioni europee per la crescita di tartufo bianco pregiato. Molto più comune invece il tartufo nero, che vede in Umbria e in Molise alcune delle zone più vocate alla sua produzione, sia della varietà estiva, sia della più pregiata varietà invernale. La coltivazione del tartufo è allo stadio sperimentale in Italia e in Francia.
Usi
Il tartufo è un alimento estremamente pregiato, ricercato e molto costoso. Il tipico profumo
penetrante e persistente si sviluppa solo a maturazione avvenuta e ha lo scopo di attirare gli animali selvatici, nonostante la copertura di terra, alfine di spargere le spore contenute e
perpetuare la specie. Raramente viene
commercializzato intero e fresco a causa del costo esorbitante, della difficoltà di trasporto e conservazione e della caratteristica attitudine
del tartufo ad essere trasformato in modo creativo.È sufficiente infatti una ridottissima quantità di tartufo per insaporire un piatto o una salsa.
Vengono preparati normalmente vasetti con tartufi interi di piccole dimensioni e anche altri prodotti a base di tale fungo; altre preparazioni comuni sono la grappa e l’amaro al tartufo. Gli oli di oliva aromatizzati al tartufo sono molto richiesti.