Porcini

Fungo edule della famiglia delle Boletacee, è la specie più conosciuta della sezione Edules.
Etimologia
Dal latino “edulis” = “commestibile”; per la squisita edibilità della sua carne.
Morfologia
La specie è riconoscibile dal cappello – che può presentare un diametro variabile da 10-20 fino a 30 cm e un colore marrone vellutato – e dal robusto gambo, compatto, di colore biancastro o nocciola chiaro. La carne del cappello e del gambo è bianca; soda negli esemplari giovani, floscia e spugnosa nei vecchi, con sfumature bruno-violacee sotto la cuticola del cappello.
Habitat
Cresce durante i mesi caldi dell’estate fino all’autunno inoltrato nelle brughiere e nei boschi di querce,
di castagni, di faggi e di conifere.
Commestibilità
Eccellente. Ottima la resa anche quando viene essiccato.

Lo sapevi che…
La sua produzione varia in relazione all’andamento stagionale: è contraria alla siccità e alle basse temperature. Il porcino di castagno o rovere è di migliore qualità seguito dal porcino di abete e da quello di faggio.